Nicoletta Polliotto: Digital Marketing Turismo

Con la collana DMT – Digital Marketing Turismo per la Ulrico Hoepli Editore, gli imprenditori dell’accoglienza e i ristoratori italiani trovano finalmente suggerimenti operativi, strumenti strategici e casi di studio virtuosi per organizzare il proprio lavoro.

La tesi sulla quale si poggia il progetto è disarmante nella sua semplicità.

Il cibo è divenuto comune denominatore di ogni momento della nostra vita intima e produttiva.

Diviene superfluo scindere la strategia del ristoratore da quella dello specialista dell’accoglienza di un territorio.

Un pizzaiolo, un albergatore, un tour operatore hanno in comune molto di più di quanto possano immaginarsi: grandi opportunità derivanti da un saggio utilizzo di tecnologia, digitale e innovazione.

Ogni libro che viene presentato nella collana di manuali tecnici, in bilico tra gestione e marketing, analizza in modo panoramico, ma esaustivo, un approccio o un ambito di studio, creando relazioni e ponti con gli altri volumi della collana.

DMT – Digital Marketing Turismo avrà un ritmo di uscita di 3-4 titoli ogni anno, a partire dal 2019.

Ne abbiamo parlato con il direttore, Nicoletta Polliotto.

Domanda: DMT – Digital Marketing Turismo comprende manuali di management e digital marketing per le aziende dell’ospitalità turistica, alberghiera e ristorativa, ricchi di spunti strategici e casi di studio. Qual è il punto di forza di questa nuova collana?

Risposta: in questo momento dell’anno, che gli americani sapientemente promuovono come Back To School, sul finire dell’estate, in cui gli operatori riprendono in mano il proprio operato, iniziano a lavorare sul bilancio della prima parte di fatturato e si dedicano a formazione e preparazione di nuove strategie.

Penso che sia importante come il bilancio di fine anno, forse ancora di più perché anticipa un momento di riflessione importante per l’azienda.

Dopo il mio libro Digital Food Marketing, la guida con cui i ristoratori possono costruire un piano personalizzato di promozione e vendita, ha iniziato a rodermi in testa un tarlo più insistente del solito.

Perché non creare un percorso per far crescere gli operatori dell’accoglienza piano piano, affiancandoli nella preparazione del piano di comunicazione, nella creazione di cultura digitale e tecnologica, nel superamento di timori, barriere, limiti che spesso le imprese italiane pongono a se stesse?

Basta parlare agli operatori del turismo come fossimo degli incantatori di serpenti o venditori di aspirapolveri, sempre con la ricetta del successo pronta in tasca.

Basta con le informazione frammentarie, banali e fotocopiate da un sitarello all’altro.

Con l’Editore Hoepli, abbiamo progettato quindi questa collana, ciclo di volumi monotematici ma interconnessi.

DMT – Digital Marketing Turismo nasce per colmare il vuoto editoriale che abbraccia un settore importante, come il turismo, con un impatto del13% sul PIL italiano, a cui sommare i numeri dell’agroalimentare (12% del PIL).

La volontà è rispondere al bisogno di conoscenza degli operatori del settore, in una logica che è sempre più onlife, perché la linea di separazione tra online e offline si è fatta sempre più sottile: occorre presidiare i canali digitali con un approccio consapevole e strategico.

Molteplici comparti nella gestione di un territorio o di una struttura vanno convergendo.

Non posso fare management o revenue se non ho chiare visioni e strategie nella comunicazione digitale e nella gestione del marketing di prodotto e di relazione.

Non posso migliorare la destinazione e l’albergo se il campeggio e il ristorante restano indietro!

Domanda: È la prima collana di manuali pensati in maniera specifica per chi lavora nel settore dell’ospitalità turistica e della ristorazione. Quanto è importante la formazione e l’informazione per una PMI che opera in questi settori?

Risposta: Come ogni buon progetto siamo partiti da un’analisi dei competitor.

Abbiamo evidenziato che non esisteva una collana di manualistica dedicata al Turismo e abbiamo così tratteggiato una collezione contemporanea, convergente, inclusiva, votata alla tecnologia e alle sue applicazioni pratiche, per ottimizzare le performance e gestire con professionalità la relazione con il nuovo turista.

Abbiamo l’ambizione di realizzare manuali semplici ma mai banali, per far comprendere al lettore l’importanza di ogni singolo tema, la visione di come l’azienda potrà trarne vantaggio, la strategia migliore per adottarlo, le buone pratiche cui ispirarsi e i casi di studio che lo hanno scelto e applicato.

Questo è quello che occorre all’addetto all’accoglienza in Italia, oggi.

L’obiettivo della collana è abbracciare tutto il settore dell’ospitalità e ciò in numeri vuol dire: oltre un milione e 300.000 addetti nell’agroalimentare, 333.647 attività di somministrazione, di cui 181.317 ristoranti (Fipe 2017); 32.988 hotel, 104.661 case vacanza, 18.771 agriturismi, 34.202 b&b (Istat 2017).

Cuore pulsante del settore sono anche tutti gli specialisti in incoming: dai tour operator alle agenzie di viaggi, gli accompagnatori e le guide turistiche, gli event manager che si occupano di promuovere attività esperienziali e l’intrattenimento in generale.

Coloro che si occupano di servizi legati al mondo dell’accoglienza e dell’ospitalità. I ristoratori e i somministratori in genere, i bagnini, i gelatieri, i pasticcieri, i sommelier.

I libri sono per tutti gli operatori dell’accoglienza: perfetti per ciascuno di loro.

Domanda: Un manuale cartaceo sostituisce la formazione in aula? Come conciliare queste due forme di apprendimento?

Risposta:
A parte che i nostri manuali sono nella versione cartacea (che io continuo ad adorare) ma anche in formato ebook, per poter essere sfogliati e studiati in comodità anche in viaggio o sul lavoro tra un compito e l’altro.

Il libro comunque, anche se si può ristampare e rieditare, anche se è stato composto con accuratezza e attenzione a non cadere nelle maglie dell’obsolescenza, per sua natura è un prodotto chiuso ed è impossibile includervi aggiornamenti, news, nuove idee.

Abbiamo ovviato a questo limite con l’inserimento di link di aggiornamento nelle note a piè di pagina, con un QRCode in ogni libro per mantenere il contatto diretto con il blog dell’autore.

Si può contattare il curatore di collana via email dmt@hoepli.it.

Infine abbiamo creato la pagina pagina Facebook Digital Marketing Turismo in cui informarsi, ottenere le ultime notizie e fornire feedback e recensioni.

Ovviamente il manuale è uno dei possibili strumenti di aggiornamento per i progettisti di esperienze turistiche.

Una componente determinante per la crescita di una destinazione e dei comparti vocati all’ospitalità è la formazione.

Consapevolezza, competenza, conoscenza: le 3 C per accogliere nuovi ospiti e nuove modalità di relazione tra ospite e località turistica.

Occorre mettere in conto che non si può smettere di studiare e di sperimentare.

Domanda: Parlaci del tuo progetto di Academy. In che cosa si differenzia dalle tante Academy sorte in questi anni?

Risposta: Sono particolarmente felice per questa tua domanda.

Oltre che autrice, progettista e speaker, sono formatrice e non ti nascondo che questa parte del mio lavoro mi diverte parecchio.

Insegno in molti percorsi formativi eccellenti e di grande qualità, ITS, centri di formazione delle principali associazioni di categoria, scuole di alta formazione.

Sono percorsi come dicevo entusiasmanti, ma quello che ho notato mancare è una progettualità contemporanea, panoramica, visonaria e scevra da accademismi ma soprattutto un percorso dinamico e personalizzabile.

A tal proposito, ho ideato una nuova Academy DFMLab a Torino e Milano, ciclo di giornate formative dedicate alle nuove opportunità del digitale e sociale per Food e Ristorazione.

Progettato per gli operatori dell’accoglienza, vede alternarsi i migliori specialisti di settore, nelle tematiche verticali 1DAY full immersion.

Il primo corso si terrà a Torino il 7 ottobre (I modulo: Digital Food Marketing, strategie, strumenti e piano di battaglia per comunicare e vendere online).

Dal food e la ristorazione ci si allargherà con il programma 2019-2020 anche al turismo.

DMT – Digital Marketing Turismo: informazioni utili

Per restare in contatto con la nuova collana potete seguire la pagina pagina Facebook Digital Marketing Turismo in cui informarsi, ottenere le ultime notizie e contattare il direttore di collana e gli autori.

 Ecco i primi libri della collana:

Digital food Marketing di Nicoletta Polliotto
Digital marketing extra alberghiero di Domenico Palladino
Web marketing turistico e oltre di Michela Mazzotti
Digital strategy per il turismo di Sara Caminati (in uscita a inizio ottobre)

Per sfogliare i libri già editati si può consultare la piattaforma Online di Hoepli editore.

(Visited 19 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *